A chiusura degli eventi avviati in luglio e ottobre sul coinvolgimento dei cittadini e la cooperazione territoriale transfrontaliera, i membri del PITER Alpimed interverranno durante “l’Intermezzo Settimana alpina – Giovani e clima” in programma dal 9 all’11 dicembre 2020.
Inizialmente organizzati a Nizza, questi tre giorni di incontri tra professionisti si trasformano per l’occasione in un evento interamente online. Si tratta di un evento internazionale organizzato in modalità congiunta dalle più importanti istituzioni che operano in territorio alpino per lo sviluppo sostenibile e la tutela della montagna.

Il tema di quest’anno si concentra sul coinvolgimento dei giovani che vivono nelle zone alpine nello sviluppo del proprio territorio e, guardando più avanti, nel pensare il suo futuro.

Come percepiscono i giovani i cambiamenti legati al cambiamento climatico? In quale ambiente intendono vivere?

È per dare risposta a queste domande, ma anche per proporre un confronto in seguito agli esiti catastrofici della tempesta Alex, che il PITER Alpimed, in collaborazione con gli altri cinque piani integrati territoriali transfrontalieri italo-francesi (Pays-sages, Parcours, Terres Monviso, Coeuralp e Graies Lab), organizza due sessioni di discussione.

La prima si terrà il 9 dicembre dalle 16.30 alle 18.
In questa sessione verranno presentate quattro proposte volte a migliorare il coinvolgimento dei cittadini per il periodo 2021-2027, ad esempio collaborando con scuole e organizzazioni giovanili, e incoraggiando micro-progetti transfrontalieri con enti, associazioni e organizzazioni locali.

La seconda si svolgerà il 10 dicembre dalle 9.30 alle 11.

Il 2 ottobre 2020 il territorio delle Alpi del Mediterraneo è stato duramente colpito da piogge torrenziali. Come è organizzata la vita in un’area montana transfrontaliera dopo un disastro naturale di tale portata? Quali sono gli impatti sul vivere in questi territori? In programma video in diretta e discussioni con i giovani abitanti delle quattro valli francesi e italiane più colpite (Vésubie, Roya, Vermenagna e Argentina).

Per sapere di più su questo evento e per iscriversi: http://alpweek.org/2020/it/registration/