I giovani italiani e francesi discutono il futuro del loro territorio

I giovani italiani e francesi discutono il futuro del loro territorio

L’associazione italiana Great Innova organizza, con il supporto della Camera di Commercio di Cuneo, 3 incontri virtuali con studenti francesi e italiani.

Il mese di aprile sarà quindi dedicato al dialogo, alla riflessione e al confronto di idee sui temi cari al PITER Alpimed: innovazione, turismo, mobilità e cambiamenti climatici.

Contrassegnati dall’hashtag #YOUNGS4ALPIMED, questi incontri saranno un’opportunità per i nostri giovani di confrontarsi su argomenti molto concreti in modo che diventino attori responsabili per lo sviluppo del nostro territorio. «È una grande opportunità per loro di dialogare con esperti e di vivere questa esperienza, che permetterà loro di conoscere e comprendere meglio le sfide che dovranno affrontare negli anni a venire», dichiara con soddisfazione Mauro Gola, il presidente della Camera di Commercio di Cuneo.

L’associazione Great Innova, nota per le sue attività dirette a stimolare l’innovazione e la sostenibilità nel territorio piemontese, ha individuato tre classi, tutte volontarie, per partecipare a 3 giorni di scambi e dialoghi in forma virtuale a causa del contesto sanitario.

La prima giornata, venerdì 9 aprile, sarà dedicata al turismo sostenibile . Spesso definito come “nomade digitale”, questo imprenditore italiano è il responsabile di numerose creazioni artistiche per vari marchi del lusso, ma è anche il fondatore del Festival dell’Ospitalità di Nicotera, un piccolo comune di quasi 6.000 abitanti situato nel sud-ovest della Calabria.

A seguire, venerdì 16 aprile, i nostri studenti avranno il piacere di confrontarsi con Francesco Biacca sul tema dei cambiamenti climatici. In compagnia di Dario Olivero, esperto della cooperativa ITUR di Cuneo, gli studenti scopriranno le cause dell’aumento della temperatura media alle nostre latitudini e del mutarsi degli ecosistemi, eventi che sono responsabili di disastri ambientali come la recente tempesta “Alex” che ha colpito il territorio Alpimed in modo drammaticamente pesante lo scorso ottobre.

Infine, venerdì 23 aprile si terrà la terza e ultima giornata di incontri, che sarà incentrata sulla mobilità sostenibile. In compagnia di Claudio Cavalotto, docente e referente del progetto E-Mobility presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Giancarlo Vallauri” di Fossano, gli studenti potranno scambiare le proprie idee e immaginare il futuro dei nostri viaggi responsabili.

Le tre classi selezionate sono:

  • La 3E del Liceo Classico e Scientifico “Silvio Pellico – Giuseppe Peano” di Cuneo,
  • La 3aCH-ITI del Polo Tecnologico dell’Istituto di Tecnologia “Galileo Galilei” di Imperia,
  • La classe 1ère 7 del Liceo generale “Thierry Maulnier” di Nizza.

In totale, quasi 70 studenti piemontesi, liguri e delle Alpi Marittime, accompagnati dai loro docenti, prenderanno parte a questo ciclo di incontri e dibattiti.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la Camera di Commercio di Cuneo al seguente indirizzo di posta elettronica: studi@cn.camcom.it

I giovani dei territori alpini affrontano il cambiamento climatico

I giovani dei territori alpini affrontano il cambiamento climatico

A chiusura degli eventi avviati in luglio e ottobre sul coinvolgimento dei cittadini e la cooperazione territoriale transfrontaliera, i membri del PITER Alpimed interverranno durante “l’Intermezzo Settimana alpina – Giovani e clima” in programma dal 9 all’11 dicembre 2020.
Inizialmente organizzati a Nizza, questi tre giorni di incontri tra professionisti si trasformano per l’occasione in un evento interamente online. Si tratta di un evento internazionale organizzato in modalità congiunta dalle più importanti istituzioni che operano in territorio alpino per lo sviluppo sostenibile e la tutela della montagna.

Il tema di quest’anno si concentra sul coinvolgimento dei giovani che vivono nelle zone alpine nello sviluppo del proprio territorio e, guardando più avanti, nel pensare il suo futuro.

Come percepiscono i giovani i cambiamenti legati al cambiamento climatico? In quale ambiente intendono vivere?

È per dare risposta a queste domande, ma anche per proporre un confronto in seguito agli esiti catastrofici della tempesta Alex, che il PITER Alpimed, in collaborazione con gli altri cinque piani integrati territoriali transfrontalieri italo-francesi (Pays-sages, Parcours, Terres Monviso, Coeuralp e Graies Lab), organizza due sessioni di discussione.

La prima si terrà il 9 dicembre dalle 16.30 alle 18.
In questa sessione verranno presentate quattro proposte volte a migliorare il coinvolgimento dei cittadini per il periodo 2021-2027, ad esempio collaborando con scuole e organizzazioni giovanili, e incoraggiando micro-progetti transfrontalieri con enti, associazioni e organizzazioni locali.

La seconda si svolgerà il 10 dicembre dalle 9.30 alle 11.

Il 2 ottobre 2020 il territorio delle Alpi del Mediterraneo è stato duramente colpito da piogge torrenziali. Come è organizzata la vita in un’area montana transfrontaliera dopo un disastro naturale di tale portata? Quali sono gli impatti sul vivere in questi territori? In programma video in diretta e discussioni con i giovani abitanti delle quattro valli francesi e italiane più colpite (Vésubie, Roya, Vermenagna e Argentina).

Per sapere di più su questo evento e per iscriversi: http://alpweek.org/2020/it/registration/

Il coinvolgimento dei cittadini come vettore di cooperazione territoriale

Il coinvolgimento dei cittadini come vettore di cooperazione territoriale

“Empowering Citizens”, in altre parole il coinvolgimento dei cittadini, è uno dei grandi temi che saranno affrontati durante la 18a Settimana Europea delle Regioni e delle Città (EWRC), che si svolgerà nel corso del mese di ottobre.

Si tratta anche di uno degli obiettivi della futura programmazione del programma di cooperazione territoriale INTERREG ALCOTRA 2021-2027.

Per tutti gli attori del PITER ALPIMED, il tema è un vettore su cui si vuole fare ancora più affidamento per affrontare le sfide in materia di cooperazione territoriale. L’intento dei partner è quello di avviare una discussione sulla strategia di cooperazione territoriale ALCOTRA in territori che condividono problemi e obiettivi comuni.

Per raggiungere questo obiettivo, è stato predisposto un calendario di eventi e questa è un’opportunità per descriverlo in dettaglio.

Il 29 luglio si è tenuto un primo incontro sotto forma di webinar che ha riunito, per la prima volta dalla loro creazione, tutti i 6 PITER italo-francesi con rappresentanti della regione Liguria, del programma ALCOTRA e della Commissione Europea. Per più di due ore, i partecipanti hanno potuto condividere le loro esperienze, trasmettere le buone prassi messe in atto e discutere sulle difficoltà riscontrate nel coinvolgimento dei cittadini. L’iniziativa ha ottenuto un ottimo riscontro, e l’appuntamento potrebbe essere ripetuto nei mesi a venire.

Sulla base di questo primo successo, il PITER ALPIMED ha presentato domanda per organizzare un “participatory lab”, o seminario partecipativo, nell’ambito della “Settimana europea delle regioni e delle città”, evento che si terrà in videoconferenza dato il contesto sanitario. Intitolato “Beyond the borders of citizen engagement”, il laboratorio si terrà il 14 ottobre e mira a riunire circa cento partecipanti da tutta Europa.

In programma in questo evento – che si tiene tradizionalmente ogni anno a Bruxelles – una tavola rotonda con esperti di cooperazione transfrontaliera e di partecipazione dei cittadini, alla quale farà seguito uno scambio di domande e risposte con i partecipanti. Tenendo sempre in mente la volontà di condividere buone prassi e condividere esperienze, questo incontro sarà anche l’occasione per ampliare le tematiche già affrontate il 29 luglio a livello europeo, per individuare soluzioni concrete, per progettare piani d’azione futuri e garantire che il tutto sia svolto con la massima efficacia e utilità possibile.

Moderata da Jean-Paul Judson, la tavola rotonda riunirà attori del settore ed esperti europei di governance per preparare la futura politica di prossimità transfrontaliera che aiuterà ad avvicinare l’Europa ai cittadini. Avendo come punto di partenza i risultati del programma INTERREG ALCOTRA nella regione alpina tra Italia e Francia, e l’esperienza di altre regioni transfrontaliere europee, l’obiettivo è unire le forze di tutti per superare le barriere naturali e creare le condizioni per uno sviluppo territoriale di successo, in cui cittadini, società civile e pubbliche amministrazioni co-creano la loro area di confine comune.

Per chi desiderasse partecipare, le iscrizioni sono ancora aperte: è sufficiente collegarsi al seguente indirizzo per prenotare un posto: https: //europa.eu/regions-and-cities/programme/sessions/1490_en

Partecipando, si avrà l’opportunità di interagire con:

  • Olivier Baudelet, esperto senior ETC / Better governance, DG REGIO, Commissione europea, Belgio.
  • Patrice Harster, Direttore generale, GECT PAMINA, Francia.
  • Szilveszter Holop, Deputy Head of Joint Secretariat Interreg V-A Hungary-Slovakia Programme.
  • Alice Jude, responsabile unità transfrontaliera, Città metropolitana di Nizza, Francia.
  • Judith Lenhart, Project Manager, Trinational Eurodistrict di Basilea, Francia.
  • Marco Rolandi, Responsabile dell’Unità Affari Europei e Relazioni Internazionali, Regione Liguria, Italia.
  • Jean Louis Valls, Direttore, Autorità di Gestione INTERREG V-A POCTEFA FR-SP, Spagna.
  • Davide Perrone, Training officer of Joint Secretariat Cross- Interreg V-A France-Italy ALCOTRA Programme.

Infine, per concludere (in grande stile) questo calendario di eventi sul coinvolgimento dei cittadini per una migliore cooperazione transfrontaliera, il PITER ALPIMED sarà presente in occasione degli eventi euro-alpini che si svolgeranno a Nizza dal 9 all’11 dicembre, un incontro che unisce la Convenzione delle Alpi e il forum annuale di EUSALP (EU Strategy for the Alpine region). Sarà l’occasione per effettuare la restituzione di tutto il lavoro gestito dal PITER ALPIMED attraverso il webinar e il “participatory lab”. Si prevede così di dare una buona visibilità alle azioni e ai progetti già realizzati in vista della futura programmazione del programma ALCOTRA.

Perché le belle immagini sono sempre meglio di un lungo discorso, ecco un video riassuntivo dell’evento.

 

Per vedere le diapositive della presentazione : Presentazione del webinar EWRC